La città proibita Purpurea

Il palazzo imperiale è anche chiamato Zijincheng, ossia Città Proibita Purpurea, gli antichi astronomi cinesi ritenevano che la Stella del Nord, in cinese Ziwei, stesse sempre al centro del cielo, e rappresentasse l’imperatore celeste, la gente comune non poteva entrare a piacere, quindi venne circondato da mura, da cui il nome “Città Proibita Purpurea”, è stata la residenza di 24 imperatori delle dinastie Ming e Qing, “tre palazzi e sei cortili” significa le concubine dell’imperatore, si dice che siano 9999 e mezza di camere, secondo la leggenda, il palazzo dell’imperatore celeste contava diecimila stanze, e visto che l’imperatore celeste terrestre era figlio del cielo, la sua residenza non poteva superare quel numero, la mezza camera era Wenyuange, essa è il maggiore completo architettonico dell’antichità con struttura di legno meglio conservato al momdo.